Benvenuti al XXXIII IRHA FUTURITY 2017

CremonaFiere, 11-19 Novembre 2017



Splendida prova per Guglielmo Fontana in questa Finale del Futurity Open 4-year-old: entrato in gara come leader del go-round su Whiz Wild West, ha disegnato una serie di cerchi e spin che hanno fatto esultare la folla in tribuna aggiudicandosi un impressionante 226,5, con oltre 5 punti di distacco dal binomio Reserve Champion. Il superbo run ha chiuso in bellezza un anno segnato, per questo binomio, da una serie di levels 4 mancati per poco: Open Level 3 Champions al NRHA European Futurity (dopo aver guidato il go-round), al Belgium Futurity e all’NRHA Germany Breeders Futurity… e il successo nel level 4 a pochi passi ma mai raggiunto.

A Cremona invece Guglielmo è Campione nel Futurity dei 4 anni sia per il level 4 che per il 3: visibilmente commosso, ci descrive il rapporto molto speciale che condivide con “Mosè”, un castrone da Spark N Whiz e West Coast Oak, allevato da Mattia Camisi e proprietà di Luga QH Srl: «Lo conosco e lui mi conosce. Quando entriamo in arena posso essere certo che lui è lì con me, cercando lo stesso risultato. Stiamo lavorando insieme, più che altro come ottimi amici». Fontana rende un omaggio speciale ai professionisti che lo hanno guidato verso questo risultato: «Il mio lavoro di assistant trainer per otto anni mi ha portato dove sono oggi. Ho iniziato giovanissimo, all'età di 17 anni, con Adriano Meacci, che ammiro molto come addestratore e come uomo. Poi ho lavorato con Davide Brighenti, un vero amico che mi ha anche dato la possibilità di seguire per qualche tempo Andrea Fappani. Infine ho potuto affiancare Bernard e Ann Fonck, che mi hanno instillato la determinazione necessaria per vincere ai massimi livelli». “Gully”, che è ora head trainer presso Luga QH, dedica questa vittoria a tutto lo staff e gli amici di scuderia: «Hanno avuto una grande fiducia in me e sono lieto di ripagarli con questo successo. Rimango particolarmente grato a Gianni Lugarà, e naturalmente alla mia fidanzata Annamarta per tutto ciò che fa per supportarmi».

Reserve Champions per il Level 4 sono due professionisti che non hanno bisogno di presentazioni, Gennaro Lendi in sella a SG Spat Lena King, uno stallone da Spat Olena x Dreaming California già incoronato AIQH Reining Open 4-year-old Futurity lo scorso sabato, e la belga Cira Baeck sulla femmina palomino Xtra Step N Diamonds, da Wimpys Little Step x Ha Ruby Diamonds proprietà di CS Ranch Management SA e allevata da Xtra Quarter Horses LLC. Il loro punteggio è un ottimo 221.

 

Lo stesso score ha posizionato il professionista israeliano Guy Zemah, insieme a Spookslimitededition, come Reserve Champion del Level 3 e Champion del 2. L'atletica femmina da Spooks Gotta Gun e Checkmate Lady Lena, appartiene a Melissa Peter. Guy, che ha vissuto e lavorato in Germania dal 2003, ha iniziato a montare all'età di 13 anni. La sua carriera professionale è iniziata come assistente di George Maschalani e Morey Fisk; ha poi aperto la propria attività nell'agosto del 2010. Da gennaio 2017 si è spostato insieme con tutto il suo team al Mesa Performance Horses di Prichsenstadt. Il binomio Guy/ Spookslimitededition si è piazzato al 4° posto nell'NRHA Germany Breeders Futurity Bit Open Level 2.

Piazza d’onore Level 2 per Giacomo Poli Barberis e il castrone Justanother Lil Kid (HA Stardust x Justanother Lil Ruf), proprietà di Chiara Nicolai. La coppia ha segnato un 218 che ha migliorato nettamente il 215,5 del primo go-round. Il 36enne reiner toscano lo scorso anno proprio qui a Cremona aveva sbaragliato tutti e quattro i livelli dell'IRHA/NRHA Open Futurity 4-year-old in sella a Doc Magic Brown, un castrone da Arc Magic Entreprise x Doc Sugar Brown. Quanto a Justanother Lil Kid, il suo destino iniziale non era certamente un titolo in Futurity: comperato a tre anni senza alcun passato agonistico alle spalle per la proprietaria che voleva esibirlo nel Campionato regionale toscano, Giacomo lo ha addestrato e dopo circa sei mesi sono subito arrivati i primi risultati (Reserve Champion Novice Riders nel Campionato Regionale). Con questi presupposti Justanother Lil Kid si è guadagnato un posto fra i cavalli da open della scuderia, e con Poli ha vinto il Summer slide di Pontedera a quota 217 .5. Da qui la felice decisione di “sperimentarlo” anche in Futurity.

 

A soli 21 anni, di cui 5 dedicati al reining, un entusiasta Nico Sicuro non ha perso tempo nel farsi un nome. Co-Champion Level 1 con un punteggio di 217, parimerito con Matteo Cuniglio e RS Canaletto Jac, il giovane professionista ha esibito un cavallo che montava da poco più di un mese, GH Dreaming Dirty, stallone di Dirty Dancer e OT Taris Minnick di proprietà di Luigi Trevisan e Giulio Petruzellis. Il giovane reiner pugliese ha generosamente ripagato la fiducia del suo mentore, Davide Brighenti, del quale è assistente dallo scorso gennaio, accumulando i risultati quest'anno: Rome Shoot-in Limited Open Reserve Champion su Frozen Saturday Night; IRHA/NRHA Derby Reserve Champion Level 1 in sella a Cromed Whiztress; un secondo posto nell'ARHA Futurity Level 1 su AB Magnolia Taris e non ultimo Silver Medalist con la Nazionale Italiana ai FEI European Reining Championships Young Riders 2017. Descrivendo la sua prova, Nico commenta: «Nel go-round abbiamo avuto qualche problema con gli spin, ma per la finale lo avevamo già risolto e Dreaming Dirty ha regalato una grande prestazione. Sapevo che dovevo spingerlo un po’ oltre e ha risposto bene. Ha un sacco di stile ed è davvero divertente da montare». Nico, che ha iniziato la sua carriera professionale come assistente di Giovanni Masi, apprezza tutto l'aiuto che ha avuto sia da “Dido“ che da Brighenti e da tutto il team che lo ha supportato fin qui, così come come la fiducia dei clienti che gli hanno affidato i loro cavalli.

IRHA/NRHA Futurity 4-year-old Level 1 Co-Champion è il simpatico Matteo Cuniglio: aveva deciso di prendersi una pausa dal reining, ma è difficile resistere all’appeal di questo sport e un anno fa Claudio Risso lo ha riaccolto alla Roberta's Stable, dove aveva iniziato da giovane. L’esperienza acquisita gareggiando in modo indipendente in ben 15 gare regionali durante un solo anno, ha reso Matteo pronto per il “grande momento”, e Risso gli ha affidato i cavalli di qualità necessari per trionfare in una gara come il Futurity. Sua compagna nell’avventura è stata la femmina red roan RS Canaletto Jac, allevata e proprietà di Roberta’s Stable e figlia di RS Great Jac Feona e RS Red Moon Olena. Cuniglio ha iniziato montarla in gennaio e insieme hanno vinto il titolo di NRHA European Futurity Champions Level 1; poi, la vittoria nel Futurity regionale Intermediate Open in preparazione per Cremona. «Ce la mette tutta, come uno stallone, ma ha un carattere dolce», commenta Matteo. «È una grande lavoratrice e ha continuato a migliorare nel corso dell'anno. Il 212 che abbiamo segnato nel go-round è stato causato da un mio errore sugli spin a destra, ma l’esibizione in finale riflette il suo vero talento». Il binomio ha marcato 217. Matteo è particolarmente grato alla famiglia Capello che lo ha ospitato durante la sua pausa dal reining, così come al team di Roberta’s Stable e al suo proprietario simbolo: Claudio Risso.

Futurity © | All rights reserved - Powered by TaTech Informatica